Training di pratiche tantriche 2022

Nell’anno 2022 terremo un corso annuale di livello primario aperto a tutti, suddiviso in una decina di seminari da tenere nei fine settimana e nei ponti di festività. I seminari sono a frequenza facoltativa, è possibile partecipare anche solo ad un seminario o proseguire con altre frequenze.

Il corso annuale sarà su questi argomenti:

Il Corpo e il Sentire

Non c’è niente che deve essere fatto. Non è uno stato di passività ma, al contrario, di osservazione. E’ forse la più attiva delle nostre attitudini, andare “con” e non “contro” il nostro corpo e le nostre emozioni. C’è bellezza nell’accettazione di ciò che è”. (Vanda Scaravelli –  Awakening the Spine)

Un corso che cercherà di educare i partecipanti al corpo, un corpo sensibile all’esperienza nel mondo e del mondo.
Un lavoro centrato su pratiche legate al contatto, all’ascolto e alla consapevolezza. Lo strumento è la relazione: con le diverse parti di sé, con l’altro e con il mondo. Imparare dunque a portare il corpo nello spazio, nel pieno rispetto di sé e nella presenza, costruire una relazione pacifica con la terra e con gli elementi ampliando il respiro.
Affinchè il movimento divenga un atto, un accadimento, che ancor prima di essere esterno sia interno, come il manifestarsi di un qualcosa di profondamente intimo, che permetta di sperimentare tutti i frammenti di sé, per integrarli e farli fiorire, e riunirli armonicamente nel gesto. Un gesto libero, un gesto per fare pace, che diventa cura, di sé e dell’altro.

PRATICHE PROPOSTE: danze libere e meditative, lavoro sui sensi, il piacere e la relazione con il proprio corpo, la relazione con l’altro: spazio di conoscenza di sé, riti sull’ascolto e lo sguardo senza giudizio, il “tocco del bimbo”, esperienze di massaggio relazionale.

L’amore e l’invisibile

Ti amo come il contagio e la sua cura insieme, come la pioggia e il sole, come il caldo e il freddo” (W. Shakespeare).
“La mia unica libertà è vivere il mio condizionamento affettuosamente” (E. Baret).
La speranza non è nel futuro ma è nell’invisibile. Di quest’altra dimensione che è già qui, che è tra di noi, che è là. Se io non la vedo allora mi dispero, se io la vedo allora ho speranza…Quindi cosa spero? Niente, perchè la speranza è di vedere l’invisibile”. (Raimon Panikkar)

Cos’è l’amore? Come amare? L’intenzione nel proporre esperienze sull’amore va verso l’aprirsi a vedere e sentire Bellezza anche in ciò che sempre valutiamo brutto e sconveniente, aprirsi a ciò che scorre così come è come manifestazione di amore semplice. All’amore si giunge per vie diverse, bisogna cercare la stella che ci apre il cuore e ogni giorno seguirla con tutta la forza che abbiamo. Perchè l’amore è invisibile, si può solo sentirlo.
Ognuno ama a modo suo, ciò che ci aiuta quindi è sentirlo aldilà della pretesa che sia dimostrato.

PRATICHE PROPOSTE: danze libere e meditative in coppia, la relazione come spazio di scambio emozionale, il conflitto e la terza via, il linguaggio del cuore, condividere dal cuore, l’energia femminile e l’energia maschile e il loro incontro, il “tocco come flusso amoroso”: esperienze di massaggio emozionale.

L’energia erotica e il tocco sacro

Sacro, per me anche un solo sguardo è sacro un battito del tuo cuore per me è sacro…
(Mike Oldfield)
Non si può chiedere la grazia. Quando non chiedete più, c’è umiltà. Questa umiltà è l’inizio della grazia” (E. Baret.)

Tantra è assenza di giudizio, rendersi disponibili ad amare, se stessi, gli altri, la vita. Togliere strutture, tornare alla semplicità, rendersi disponibili alla diversità. I riti ci portano in profondo. Quando ci abbandoniamo al naturale scorrere dell’ Energia Erotica, quando lasciamo libera la nostra attenzione e ci lasciamo rapire, andiamo verso quella qualità di intimità senza tensione, che ti permette di proporti “nudo” all’altro, con la tua verità che nel momento c’è. Sentendoci liberi di darci e donandoci all’accoglienza reciproca, ci ritroviamo immersi nella purezza del contatto, dell’incontro, della relazione. Può essere proprio la “semplicità” dello spazio energetico “vuoto” che ci conduce a risentire che l’Amore è sempre disponibile per noi: la vita nella sacralità.

PRATICHE PROPOSTE: l’Energia dei Chakra, Il tocco Sacro 1, il Tocco sacro 2, l’antico rituale  sacro del massaggio Tantra, il flusso dell’Energia Erotica: riti ed esperienze in coppia, Il piacere: un viaggio verso l’Infinito.

Meditazioni dell’antica tradizione tantrica

Percorso di tre giornate dove si farà esperienza dei trattamenti tradizionali e delle tecniche Tantriche dei lignaggi maggiori. Le pratiche di yoga tantrico non hanno motivazione nè intenzione. Possono condurre naturalmente in quello spazio silenzioso dove si liberano energie sottili per lasciar vibrare una nuova amorevole Coscienza.

“Nel Tantra, emozione sentimento passione e desiderio non si sublimano né trascendono, né si portano intenzionalmente a compimento. Il desiderio in quanto vibrazione energetica è di per sé compimento, l’ intenzione nell’esaudirlo scorre insieme al desiderio stesso, senza direzione precostituita. Il desiderio, come l’amore, si sente. Sentirne la sua vibrazione può essere fonte di piacere e bellezza. Lo scorrere dell’Eros nella relazione d’aiuto non ci porta a nessun agito. Nel suo fluire il ciclo del contatto può consolidarsi, collegando l’energia erotica allo spazio del cuore”.

Il Counselling ad indirizzo Tantrico

E’ possibile beneficiare del Tantra Counselling sia nei seminari di gruppo, sia nelle sessioni individuali e per le coppie.

Per chi desiderasse conseguire il diploma di TANTRA COUNSELLING

Proponiamo una nuova edizione del Corso triennale in Tantra Counselling.

La formazione sarà triennale, fino al conseguimento del totale del numero delle ore di frequenza richieste per conseguire il diploma. Le ore saranno 1000 ore totali, distribuite nei 3 anni di formazione, secondo questa suddivisione:
• 50 ore di lavoro di Counselling personale;
• 500 ore di lavoro nei seminari in gruppo;
• 450 ore di tirocinio.

Chi fosse interessato può fare un colloquio gratuito con Ornella Marini, responsabile didattica del corso, scrivendo una mail info@acuoreaperto.com Oppure inviare un messaggio whatsapp a 335 6226811.

Cos’è il Tantra Counselling

La parola Counselling è una parola inglese, spesso “allontana”, non si comprende bene cosa voglia dire. La traduzione italiana è consulto, consulenza.
Ma nel counselling, o meglio nella RELAZIONE D’AIUTO, come è più corretto chiamarlo, non si fa consulenza, non diamo consigli, né indirizziamo, né diamo soluzioni. L’ingrediente fondamentale è l’ASCOLTO, quell’ascolto che non si ferma alle orecchie, l’ascolto che “sente” l’anima di ciò che diciamo, l’anima della relazione, l’anima diversa di ognuno. Nella totale assenza di giudizio.
Ogni relazione è fatta da almeno due persone, questo dunque lascia intuire che relazione è un incontro fra due diversità, un incontro delle differenze che ognuno ha rispetto all’altro.
Attraverso l’ASCOLTO di qualità la relazione d’aiuto perciò può diventare un campo di sperimentazione dell’ incontro intimo fra diversità di punti di vista, di intenzioni e di bisogni e lasciare che da questo incontro si rivelino nuovi modi e comportamenti.

Chi aiuta cerca quindi di accompagnare se stesso e l’altro nel proprio mondo interno affinché si rivelino le differenze autentiche e le possibilità di farle viaggiare insieme in una creazione amorevole che può essere più interessante e piacevole della sola “sopportazione” delle due diversità.
E’ quindi una relazione che cura poiché aiuta a tornare alla autenticità “semplice”, la semplicità di ciò che nel momento si presenta e che possiamo scambiare.
Facendo spazio fra ciò che non è semplice, ciò che è stato “costruito” nella nostra mente e nei nostri comportamenti per difesa o per adattamento, ciò che ci ha portato nel rifiuto e nella paura della diversità, raggiungiamo il nucleo “semplice” di ciò che siamo nel momento e i modi perciò “ovvi” per proporlo…
Aiutati da questa profonda connessione, sia chi aiuta sia chi ha bisogno di essere aiutato, si spinge insieme all’altro nel viaggio di ricerca delle infinite possibilità che tutti abbiamo per affrontare disagi e riconnettersi con i propri reali desideri, fino a che la persona che ha chiesto aiuto riattiva in sé quelle parti nascoste che possono portarla a realizzarli.
Affrontando in questo modo i disagi e le difficoltà di relazionarsi con se stessi, con l’altro e con ciò che la vita ci offre, anche i momenti e gli eventi più bui si alleggeriscono trasformandosi in “esperienze di vita”.
Il TANTRA COUNSELLING offre i contenuti e le pratiche di due diverse vie riunendo i loro punti di contatto in una unica didattica esperienziale, secondo un nuovo metodo testato da alcuni anni dall’Istituto a Cuore Aperto: esperienze e pratiche sul counselling ad indirizzo Fenomenologico Esistenziale e pratiche di Tantra secondo la visione del Tantra non duale della Via del Kashmir. Pratiche e riti, a volte pervasi dalla potenza dell’ Energia Erotica (Energia caratterizzata da vibrazioni di piacere ed amore insieme), che riunite insieme nei gruppi esperienziali o nelle sessioni individuali o per le coppie, possono aiutare ad approfondire quell’”intimità” senza tensione, cioè accedere a quello spazio, campo di energie relazionali prive di commenti e di giudizi e intrise di accoglienza benevolenza e fiducia, nel quale sentire che è possibile e piacevole mostrarsi e offrirsi all’altro “nudi”, cioè liberi da ciò che tende a nascondere le diversità di ognuno, poiché è uno spazio dove non ha più alcun senso attribuire discriminazioni e giudizi di “giusto o sbagliato”, dove le scelte di vita sono le scelte della relazione e “per” la relazione, cioè scelte che integrano le differenze. Uno spazio che è il punto di partenza del viaggio verso la riscoperta della possibilità di vivere connessi alla disponibilità e all’Amore.

I benefici del Tantra Counselling

  • Rendersi disponibili ad amare, gli altri, la vita.
  • Togliere strutture, tornare alla semplicità.
  • Rendersi disponibili al diverso, (tutti e tutto).
  • Mettersi nei panni degli altri.
  • Esercitare la comprensione, non la giustificazione. Si può essere in disaccordo ma comprendere.
  • L’assenza di giudizio verso se stessi e tutte le parti di cui siamo fatti, e verso l’altro.
  • L’assenza di schieramenti e divisioni, anche in sé stessi.
  • Esercitare l’attitudine alla disponibilità. La disponibilità ad amare cura, cura la propria difficoltà alla disponibilità verso se stessi e verso le proprie parti che riteniamo “sbagliate”. E al contempo, curando ogni relazione cura il mondo intero.

L’ingrediente fondamentale è l’ASCOLTO. L’ascolto non si ferma alle orecchie e nemmeno alle emozioni, l’ascolto  “sente l’invisibile” 

L’ingrediente fondamentale è l’ASCOLTO. L’ascolto non si ferma alle orecchie e nemmeno alle emozioni, l’ascolto  “sente l’invisibile” 

Il counsellor o operatore della relazione d’aiuto

Il Counsellor è perciò un operatore della relazione d’aiuto, che ha completato uno specifico percorso di formazione di almeno mille ore, con pratiche ed esperienze dirette sugli argomenti e i temi suddetti, che possiede un diploma riconosciuto a livello nazionale ed europeo per  accompagnare l’altro ad aiutarsi.

La formazione di questo Istituto è riconosciuta da AICo (associazione italiana di counselling), FEDERCOUNSELING, EAC (European Association for Counselling), secondo i rispettivi statuti.

Normativa di riferimento

Legge n° 4 del 14/01/2013 Disposizioni in materia di professioni non organizzate. La Legge n° 4 del 14 gennaio 2013, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n° 22 del 26 gennaio 2013 ed entrata in vigore il 10 febbraio 2013 disciplina le professioni non organizzate in ordini o collegi.

D.M. del 28/04/2008 Decreto attuativo del D.Lgs. 206/07 con cui si individuano i requisiti per l’individuazione e l’annotazione della associazioni rappresentative a livello nazionale delle professioni non regolamentate. Requisiti per l’individuazione e l’annotazione degli enti di cui all’articolo 26 del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, nell’elenco delle associazioni rappresentative a livello nazionale delle professioni regolamentate per le quali non esistono ordini, albi o collegi, nonché dei servizi non intellettuali e delle professioni non regolamentate. Procedimento per la valutazione delle istanze e per la annotazione nell’elenco. Procedimento per la revisione e gestione dell’elenco.

D.Lgs. n° 206 del 06/11/2007 Attuazione della direttiva 2005/36/CEE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali Testo integrale del cosiddetto Decreto Legislativo Qualifiche che recepisce la Direttiva 2005/36/CEE nonché la Direttiva 2006/100/CEE.

“La tensione nei problemi si rilassa perché i problemi non sono più problemi, ma il naturale andamento dell’esistenza. L’emozione si distende in un’unica sensazione di dolce leggerezza, il sentimento si manifesta delicatamente ed è lo stesso che pervade tutto il cosmo.
Nel momento si comprende attraverso ogni cellula cosa veramente è l’Amore: niente può richiedere, niente può portare, è già lì e ovunque.

Sessioni individuali e per coppie

Nelle sessioni individuali o in coppia è possibile fare esperienze mirate direttamente ai propri temi ed alle proprie curiosità o difficoltà, attraverso le quali si può scoprire come ridimensionare quella rigidità che non ci permette di vedere come affrontare i disagi delle relazioni che si percepiscono a volte insoddisfacenti e della vita sessuale che si può percepire tesa e problematica. E’ possibile ricollegarci al semplice naturale fluire di quell’energia erotica che illumina le ombre e dissolve gli ostacoli, che aiuta perciò a guardare da nuovi punti di vista la vita di relazione aprendola a spazi di cuore.
Le sessioni di Counselling si possono tenere sia da remoto (via Skype, o Zoom o videochiamata whatsapp) sia in presenza a Sesto Fiorentino o nei luoghi dove Ornella tiene i seminari.
E’ possibile prenotare una sessione inviando una mail a info@acuoreaperto.com o chiamando il +39 3356226811
Nel caso di disdetta ti chiedo cortesemente di comunicarla 2 giorni prima dell’appuntamento.

Torna su