Incontri e seminari online

Poiché la pandemia ci ha dato l’opportunità di sperimentare profondi e nutrienti momenti di connessione e condivisione anche da remoto, ed ha dato l’opportunità di partecipazione agli incontri anche a quelle persone che per diversi motivi non possono o non desiderano partecipare dal vivo, continuiamo con piacere a proporre eventi online sulla piattaforma ZOOM.

Incontri di meditazione

Incontri gratuiti del Mercoledì, aperti a tutti , tenuti sulla piattaforma Zoom.

Il vuoto, solo il respiro c’è, la sua vibrazione….delicata o intensa che sia. Non c’è chi respira, solo il respiro. Il suo naturale movimento la sua naturale e semplice circolarità è tutto. Più niente è da ottenere, niente da dimostrare, niente da raggiungere. Qui ora nessun problema da risolvere, la Bellezza della contemplazione placa ogni lotta, ogni pretesa, ogni fatica egoica. La Bellezza della contemplazione collega al cosmo intero. Nel niente il piacere della sacralità si manifesta.

Pratiche

Meditazioni guidate, pratiche di respirazione secondo le tradizioni tantriche, vipassana, meditazione del cuore.

Data e orario

Ogni mercoledì dalle 18,30 alle 19,20 circa.

Costo

Gli incontri sono gratuiti, sarà richiesta solo la tessera associativa di 15 euro valevole per tutto l’anno in corso (se non l’hai già fatta).

Quando si diventa confidenti con la pratica, c’è un momento in cui si va oltre la pratica, per vivere pienamente il libero fluire dell’energia, lo Spirito ci pervade, ci accompagna nel piacere trascendente dell’Infinito

L’Energia erotica e l’incontro amoroso nel tantra

Incontri gratuiti del Giovedì, aperti a tutti , tenuti sulla piattaforma Zoom.

“Far l’amore”, Cos’è?

Ne parliamo poco e privatamente. Lo viviamo spesso con ansie e fobie, e con l’idea di dover “essere all’altezza” anche se poi non sappiamo bene quale sia l’altezza a cui stiamo pensando, se non quella suggerita dal solito schema della pornografia.
‘Far l’amore’: si fa o si vive così come avviene?
Perciò l’invito è di sperimentare l’ascolto dell’energia femminile, cioè seguire il fluire naturale dell’Energia Erotica come esperienza in movimento perpetuo piuttosto che come meta da raggiungere.

Il Tantra nella sua disponibilità a fluire con l’esistenza è come sospinto dall’Energia femminile e l’Energia Erotica, cioè l’unione del piacere e dell’amore, spinge fino a giungere al cuore.

Fare l’amore è la via del Cuore, è un viaggio verso la Trascendenza, verso quell’immenso piacere che ci permette di incontrarci nell’Invisibile Infinito e l’energia femminile ne è l’iniziatrice.

Pratiche

In questi incontri prevalentemente parleremo insieme di questi temi e faremo brevi e semplici esperienze per iniziare ad “annusare”  il senso dell’ incontro amoroso.

Formatrice

ORNELLA LUCILLA MARINI

Orari e date

Dalle 19 alle 20.30

nei giovedì 3 marzo, 31 marzo, 5 maggio, 9 giugno.

Costi

Gli incontri sono gratuiti, sarà richiesta solo la tessera associativa di 15 euro valevole per tutto l’anno in corso (se non l’hai già fatta).


‘Muoiono’ i soliti comportamenti, gesti e azioni diventati automatici, ’muore’ lo schema sessuale che conosciamo con la mente e dentro il corpo, per aprirci ad una nuova via che ci porta ad abbandonarci all’ incontro “ sacro”

Il Tantra Kashmiro della via non duale

Incontri gratuiti del Venerdì, aperti a tutti, tenuti sulla piattaforma Zoom.

La distinzione che non è separazione

Spesso questa via Tantrica è stata chiamata Tantra Buddhista. Uno dei suoi fondamenti sta nel concetto “Io non sono”.

Thich Nath Hanh, uno dei più illuminati monaci buddisti, attivista per la pace, nominato al premio Nobel per la pace da Martin Luther King, diceva: “la terra non è il mio ambiente, io sono la terra”.
Nella proposta del Tantra non duale sta questa affermazione: “Io sono solo ciò che c’è nel momento, sono quell’evento piccolo o grande che accade ora, ciò che affiora ora, così com’è. Perché solo questo esiste.
Io non esisto. Bisogni, richieste, prigioni caratteriali non esistono, o meglio, sono pensiero, e il pensiero non è la realtà, la realtà è l’attimo che sta fra un pensiero e l’altro, ciò che è nel silenzio fra una percezione e l’altra”.
Questa affermazione, così come il concetto di Thich Nath Hanh : “io sono la terra”, potrebbe risvegliare un altro concetto: il concetto di fusione, intesa come fusione con l’evento stesso nel qui e ora. Dove per evento si può intendere un malessere, il cibo, una nuova notizia, un colore, il sole, una pratica, l’incontro con una o più persone, far l’amore, un momento di lavoro ecc…
Ma in realtà ci si può fondere solo dopo esserci distinti, altrimenti non c’è niente da fondere.

Nell’ “io sono la terra” si può forse intuire che il messaggio possa essere : “non c’è separazione fra me e la terra”.
Il fatto che non ci sia separazione non esclude che non sia però necessaria la distinzione, io sono fatta di materia simile a quella della terra ma non uguale, ho forma diversa per esempio, funziono con metabolismi che potrebbero essere molto simili a quelli che fanno vivere la terra ma con tempi diversi per esempio, ecc….

E con l’altro? Trasportando il concetto di Thich Nath Hanh nella relazione con l’altro, può diventare: “Io sono te”, ma non c’è odore di confluenza in questa affermazione?

La relazione con l’altro richiede distinzione fra ciò che stai vivendo te e ciò che sto vivendo io. Ma anche se ciò che l’altro vive non è mai uguale a ciò che vivo io, lo si può sentire.

Lo si può sentire proprio perché veramente è anche mio, non nel senso di possesso e nemmeno in senso psicologico ma nel senso che tutto è parte anche di me.
Quindi non c’è confluenza se c’è piena Coscienza.

Nel Tantra l’affermazione “io sono la terra, io sono te, io sono ciò che nell’attimo c’è” si può sperimentare se c’è la piena coscienza, la piena presenza che ci tiene completamente lì accorgendosene.

Pratiche

In questi incontri approfondiremo questi temi con eventuali riferimenti alla propria personale esperienza nelle relazioni affettive e nella relazione d’aiuto.

Formatrice

ORNELLA LUCILLA MARINI

Orari e Date

Dalle ore 19 alle 20.30

venerdì 4 marzo, 1 aprile, 6 maggio, 10 giugno.

Costi

Gli incontri sono gratuiti, sarà richiesta solo la tessera associativa di 15 euro valevole per tutto l’anno in corso (se non l’hai già fatta).

Ecco che sento l’acqua che mi lava mentre faccio la doccia, sono l’acqua, non c’è alcuna separazione. Mentre ballo sono la danza, mentre mangio sono la bocca, il cibo, l’esofago… mentre faccio l’amore sono il contatto, il tocco, il piacere… sono l’altro… sono l’amore….

Supervisione

Gli incontri di supervisione sono un’opportunità per sperimentare un’altra visione rispetto alla propria, sulla conduzione delle sedute di counselling e, nello scambio di diversi punti di vista, affrontare quelle difficoltà che naturalmente si possono presentare nel fluire del ciclo relazionale nell’aiutare l’altro ad aiutarsi da solo.
In questo laboratorio si supervisionano casi e temi personali prevalentemente nell’ambito della relazione affettiva e della sessualità ma non solo.

“Nel naturale fluire delle energie nello spazio di relazione fra counsellor e cliente, le emozioni che il counsellor sente al suo interno nel momento in cui veste i panni dell’altro entrano energeticamente e quindi naturalmente nella relazione e creano partecipazione calore coinvolgimento necessari al prendersi cura e ad aiutare l’altro ad aiutarsi.
Prenderne coscienza, lasciarle naturalmente scorrere, sentire il loro viaggio all’interno grazie al lavoro fatto su di sé, è ciò che fa la differenza. E’ da questo stato di “coscienza calda” che potrà naturalmente affiorare il progetto di aiuto verso l’altro ad aiutarsi da solo”.

Requisiti per accedere

Aperto ai counsellor in formazione, ai counsellor professionisti e a tutti gli operatori della relazione d’aiuto.

Formatrice

ORNELLA LUCILLA MARINI

Orari e Date

Dalle ore 14 alle 17, sulla piattaforma Zoom,

nei giorni sabato
5 marzo, 2 aprile, 7 maggio, 11 giugno.

Costi

40 euro a incontro,

Gratuito per i soci AICo in regola con le quote.

E’ richiesta a tutti la tessera dell’associazione A Cuore Aperto di 15 euro valevole per tutto l’anno in corso.

La Gestalt accetta il paradosso secondo cui una persona sta già cambiando se davvero sta nel punto in cui è.

La Gestalt accetta il paradosso secondo cui una persona sta già cambiando se davvero sta nel punto in cui è.

E’ richiesto ad ogni partecipante di diventare associato di A Cuore Aperto facendo la tessera che costa 15 euro per tutto l’anno.

Torna su